Archivi tag: album

Colombia: “Preparazione del bambino all’adozione”

Standard

In Colombia la maggior parte dei bambini che arriva all’adozione ha vissuto l’esperienza dell’allontanamento dal nucleo familiare per maltrattamento o carenze delle cure parentali.

L’ICBF, Istituto Colombiano de Bienestar Familiar, organo preposto alla tutela dell’Infanzia, segue il percorso del minore dalla segnalazione e dalla conseguente presa in carico del servizio all’eventuale adozione. Questo permette una continuità nell’accompagnamento del minore che facilita l’integrazione e le narrazioni. I minori allontanati dalla famiglia di origine vengono collocati appena possibile in case famiglie, strutture in cui è presente la figura di un adulto che si fa carico del benessere dei bambini. Si procede poi a una valutazione della situazione del bambino basata sulla verifica dei presupposti giuridici, sociali e psicologici dell’adottabilità nazionale e/o internazionale. Nelle situazioni in cui il bambino ha subito abusi possono essere proposti percorsi di supporto psicologico.

Per la maggior parte dei bambini viene preparato un album con le foto disponibili e che rappresenta una risorsa importante nella narrabilità del passato e nella costruzione e nella rielaborazione dell’identità del bambino. Ai bambini sopra i 5-6 anni viene chiesto se vogliono essere adottati.

Per quel che riguarda l’incontro con i coniugi adottanti i bambini ricevono un po’ di tempo prima l’album preparato dai futuri genitori e viene spiegato loro dove andranno a vivere. L’abbinamento avviene all’ICBF, luogo non familiare per il bambino e da subito inizia l’affido preadottivo che sarà monitorato giornalmente dal personale del ICBF.

Le criticità riscontrabili nell’iter descritto sono relative al fatto che l’incontro avvenga in un ambiente poco familiare al bambino; ciò avviene per preservare la tranquillità della casa famiglia e l’affido pre-adottivo comporta dal primo giorno che il bambino stia 24 su 24 con due adulti “sconosciuti”.

(fonte: “La qualità dell’attesa nell’adozione internazionale” – Istituto degli Innocenti 2010)

Annunci