Comunicazione Italiadozioni: “Parlare di adozione a scuola coinvolgendo famiglie e insegnanti”

Standard

 L’ADOZIONE TRA I BANCHI DI SCUOLA

Ci siamo mai chiesti come si può sentire a scuola un bambino? Non un bambino qualunque, ma un bambino arrivato da poco in una città diversa, spesso da un paese lontano. Un bambino che ha appena conosciuto i suoi genitori che gli parlano una lingua che non è la sua e qualche volta hanno tratti somatici differenti dalle persone che conosceva.

Ci sono poi bambini che diventano grandi ma non si lasciano andare, chiusi nelle loro insicurezze. Bambini che non tengono i ritmi della scuola perchè i testi scolastici sono troppo difficili per chi ha parlato, fino a qualche anno prima, una lingua diversa. Bambini intelligenti, che senza una figura di riferimento significativa in classe, rischiano di bloccarsi perchè hanno paura di sbagliare.

Come accolgono i compagni questi bambini? Come gestisce la graduale integrazione la struttura scolastica? La famiglia adottiva viene supportata e coinvolta?

Mettersi nei panni del bambino, della famiglia, dei compagni di classe, dell’insegnante è lo scopo del Concorso ideato da ItaliAAdozioni.  Un momento di riflessione per tutti gli attori che determinano la riuscita di un’adozione. Perché nessun adulto, di fronte alle curiosità o alle difficoltà di un bambino, in particolare a scuola, può voltarsi dall’altra parte dicendo “non mi riguarda”.

Il concorso “L’adozione fra i banchi di scuola” intende avvicinare le persone ad una vera conoscenza dell’essere famiglia adottiva superando stereotipi e facili pregiudizi. E’ rivolto alle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo livello, in particolare a quelle classi che non hanno avuto la fortuna di conoscere una famiglia adottiva.

Se l’insegnante decidesse di partecipare all’iniziativa avendo bambini adottati tra i suoi alunni, è indispensabile il coinvolgimento delle famiglie adottive, sondando sensibilità e eventuali preoccupazioni, per portare avanti un progetto comune che protegga la privacy dei ragazzini coinvolti. Lo scopo non è quello di curiosare nella vita delle persone ma di presentare, tra le diverse famiglie possibili, anche quelle adottive. Sarebbe bello se fossero le famiglie a proporre il percorso agli insegnanti proprio per rompere quell’omertà sul tema, omertà che nasce spesso dall’ignoranza.

A questo fine gli insegnati sono invitati ad avvicinarsi alla tematica dell’adozione attraverso il materiale disponibile sul sito. Le famiglie sono invitate a collaborare.

.

Per ulteriori informazioni e/o assistenza scrivete a concorso.italiaadozioni@gmail.com.

Potrete seguire il dibattito alla pagina Facebook “L’adozione fra i banchi di scuola”.

Per scaricare il bando del concorso con relativa scheda di adesione  clicca qui “ Bando concorso scuola

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: