Solitudine papà. L’esperto: “La paura dell’infertilità”

Standard

 

 

 

Negli ultimi 17 anni gli spermatozoi maschili sono calati del 32%. Lo dice uno studio francese. Anche gli uomini italiani seguono il trend. Una ricerca del 2011 ha visto nei più giovani una diminuzione del 25% della consistenza. Ci sono poi tesi più ottimistiche che dichiarano che è difficile avere un campione rappresentativo adeguato: il numero degli spermatozoi varia da stagione a stagione e dipendono anche dal numero di giorni di astinenza. Sta di fatto che nelle coppie con difficoltà a procreare il 50% delle responsabilità è attribuibile al maschio.

Secondo il dott.Umberto Veronesi, direttore scientifico dell’Istituto Europeo di oncologia intervistato dal Corriere (19/08/2013), non si tratta di un fenomeno nuovo. Da circa 40 anni si assiste alla progressiva riduzione degli spermatozoi. E sua opinione, da attento osservatore dell’evoluzione umana, che si starebbe andando verso la parità ormonale di genere. Avendo nel mondo moderno ruoli similari, uomo-donna stanno diventando intercambiabili e quindi anche la morfologia umana si sta adattando. Gli uomini smussano l’istinto del cacciatore e le stesse donne sviluppano un’aggressività utile a farsi strada nel mondo del lavoro, oltre che affrontare la prima gravidanza in età avanzata limitando il periodo di vita fecondo.

Il nuovo trend si adatterebbe alla regolamentazione della sovra popolazione del pianeta. Dice il dott.Veronesi: «Un ritorno al passato è improponibile. L’omologazione dei generi è un fenomeno positivo per l’umanità perché l’entrata in scena della donna con ruoli sempre più strategici non può che portare ad un mondo migliore, più giusto e più pacifico. Sta alla scienza il compito di contribuire alla risoluzione del problema dell’infertilità, come sta avvenendo grazie agli studi sulla fecondazione assistita, oggi sempre più necessità sociale. Ma la scienza non va ostacolata per ragioni ideologiche o di principio».

Per leggere l’intervista: http://27esimaora.corriere.it/articolo/umberto-veronesi-il-futuro-tende-alla-parita-anche-ormonale-dei-generi/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...