Solitudine papà. L’esperto: “Il ruolo complementare di padre e madre”

Standard

 

di Elisabetta Baldo e Veronica Rossi – psicologhe

 

 

(…) Per molto tempo la psicologia ha ignorato i padri, pensando che la loro influenza fosse inferiore a quella della madre. Soprattutto nei primi anni dell’infanzia, la madre continua ad essere la figura dominante, il primo e più importante oggetto di attaccamento.

E’ un mito, a mio parere, la predisposizione biologica al comportamento genitoriale e così pure la disponibilità. La pura e semplice quantità di ore è assai meno significativa della qualità dell’interazione. E’ il modo in cui il genitore utilizza il tempo con il figlio che incide sul suo sviluppo. Il problema, allora, non è quanto tempo dopo il lavoro il padre dedica al figlio, ma che cosa fa con lui quando se ne occupa.

Sicuramente oggi più di ieri il padre dà maggiore valore al proprio ruolo educativo. (…) Anche il bambino influenza il comportamento paterno attraverso le modalità usate per entrare in relazione con lui. (…) I papà interferiscono sul comportamento materno e viceversa. E’ un fatto accertato che quanto più l’uomo sostiene la sua donna, tanto più quest’ultima è efficiente anche nel ruolo materno e che le coppie in crisi sono quelle più sottoposte ad avere dei rapporti difficili con i figli. E’ altrettanto vero che quanto più un uomo è sostenuto dalla propria donna nella sua funzione paterna, tanto più la eserciterà in modo proficuo per il figlio. (…)

(fonte:” L’importanza della figura paterna” – in “Storie di padri adottivi”, L’Ancora 2000)

Annunci

»

  1. ho 34 anni ed è da quando ho 8 anni che ho scoperto che il marito di mia madre mi ha adottato, mia madre non vuole dirmi chi è il mio padre biologico ma io ho bisogno di sapere ho fatto ricerche di ogni genere ma sono giunta ad un vicolo cieco e se non scopro la verità rischio di impazzire, il sapere di essere stata abbandonata che mia madre voleva abortire ma era troppo avanti con la gravidanza mi ha segnato molto nel carattere e nelle scelte di vita, vi scrivo per sapere se c’è un modo per risalire alle proprie origini e se si puo citare in giudizio mia madre in modo che mi dica la verità una volta per tutte visto che in questi anni ha saputo dirmi solo una montagna immensa di menzogne.

    • Ti consiglio di contattare “Figli Adottivi e Genitori Naturali” o/e “La punizione dei 100 anni”. Hanno il sito e anche un gruppo su Facebook. Presenta loro il tuo caso. Saranno lieti di aiutarti. Hanno gruppi un po’ in tutta Italia, magari ce n’è uno vicino a dove abiti. Fammi sapere. Ciao. Roberta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...