Cile. SERNAM: “Servizi alle donne che subiscono violenza e nuova cultura dei rapporti di coppia”

Standard

Leggendo l’intervento presentato dalla commissione delle donne cilene a New York nel 2012, ci sembra di capire che per le donne le problematiche sono più o meno le stesse che si riscontrano anche qui in Italia: 1) promuovere azioni positive in favore di una maggiore uguaglianza e opportunità tra uomini e donne supportando una maggiore partecipazione delle donne nella politica; 2) aiutare le donne nell’inserimento nel mondo lavorativo con corsi di specializzazione e supporto alla conciliazione familiare;3) appoggio alla maternità in quanto la famiglia è un elemento basilare della società; 4) riduzione, prevenzione e sradicamento della violenza familiare; 5) promozione della partecipazione delle donne in tutti i settori della società.

Una certa attenzione è stata posta sul capitolo “violenza”. Una donna su tre in Cile subisce violenza in famiglia. Sono stati portati avanti vari programmi e costituiti centri di accoglienza per arginare il fenomeno: Programa Chile Acoge, 94 centri di attenzione che danno appoggio legale, 24 case di accoglienza di vittime con figli, Programa “Alerte Temprana” per una nuova cultura che insegna a far riconoscere i segni iniziali della violenza per stroncarla sul nascere; istruzione a 25.000 giovani adolescenti per educarli nel rispetto della propria compagna, Centri di attenzione per uomini violenti al fine di recuperarli.

Possiamo concludere che anche in Cile il fenomeno della violenza contro le donne esiste ed è abbastanza diffuso. Lo stato sta cercando di tamponare le situazioni di emergenza e di divulgare una nuova cultura del rapporto di coppia. Nel 2011 le denunce di donne maltrattate sono aumentate dell’11%, segnale positivo che significa che le donne cominciano a parlare e a prendere coscienza del fenomeno.

(fonte: “Intervenctiòn de la delegaciò de Chile – 56 periodo de sesiones de la Comisiòn sobre la condiciòn juridica y social del la mujer – Sernam marzo 2012)

Curiosità. Ci hanno colpito i programmi di formazione delle donne per farle partecipare alla vita politica. Sembra che abbiano sortito un loro effetto nelle amministrative per il rinnovo dei comuni cileni quando le protagoniste sono state le donne. Alcune sono note per la loro militanza contro la dittatura e hanno avuto un forte consenso popolare. Tra queste Michelle Bachelet rieletta nelle presidenziali 2013.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...