Cile. “I bambini soli di Santiago”

Standard

Le disuguaglianze sociali producono povertà. La povertà porta all’esclusione sociale. E i bambini sono i primi a rimetterci. I bambini dati in adozione non provengono da famiglie come siamo abituati ad immaginare.  Dietro c’è sempre tanta tanta solitudine.

di Alessia DeRubeis

“Santiago è la settima città più popolosa del Sudamerica e la 35esima area metropolitana del mondo. Una città ricca e moderna, con il reddito pro capite più alto del Sud America, un ritmo di crescita simile alla Cina, da far invidia alle maggiori nazioni europee.

Eppure anche il Cile ha la sua emergenza: 15 mila minori sui 15 milioni di abitanti vivono fuori dalla loro famiglia, abbandonati in centinaia di istituti senza l’amore di una mamma e di un papà.

Al dramma dei minori senza famiglia i cileni hanno risposto con grande fervore e non sono rimasti a guardare. Hanno stretto una collaborazione fra pubblico e privato sociale al fine di trovare una soluzione che possa tutelare i diritti dei bambini abbandonati.

Una delle risposte più importanti è stata la nascita delle fondazioni di utilità sociale, organizzazioni private autorizzate a gestire il sevizio pubblico dell’affido e dell’adozione nazionale e internazionale. (…)

(fonte: aibi.it – 26/10/2012)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...