Brasile. La condizione delle donne: “Ancora gravidanze precoci e violenze”

Standard

Con l’aumento del tasso di scolarizzazione più donne entrano nel mondo del lavoro e le famiglie riducono il numero dei figli.  Il Brasile è però ancora citato tra i sei paesi in cui vi è un’elevata percentuale di madri adolescenti. Gli altri sono Bangladesh, Congo, Cina, India e Nigeria. Le adolescenti tra i 15 e 19 anni rappresentano l’11% delle baby mamme nel mondo.

Nel 2012 è stato celebrata la prima giornata internazionale contro i matrimoni precoci, il “Girls not Brides Day”. Le ragazzine che si sposano molto giovani sono a maggior rischio di violenza domestica e di abusi sessuali. Inoltre non hanno raggiunto un adeguato sviluppo del corpo per portare avanti una gravidanza senza pericoli. Non conoscono neppure i loro diritti e non sanno che cosa fare in caso di gravidanze a rischio.

Per quanto riguarda il tema violenza domestica, si può affermare che, nonostante l’introduzione di una legge più severa ormai da sette anni, le donne brasiliane continuano ad essere vittime di violenza e, quel che è più grave, i loro aguzzini non vengono perseguiti. Si parla di centinaia di donne senza giustizia e di cure adeguate. Un’ennesima dimostrazione che non è sufficiente avere una legge per estirpare il fenomeno.

(fonte: globalfactiva.com 2013-2012)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...