AmLatina. Sguardo sulla condizione delle popolazioni indigene: “Il rispetto dell’ambiente e la povertà”

Standard

La discriminazione nei confronti delle popolazioni native ha continuato a essere endemica e sistematica in tutta la regione. La retorica non è stata accompagnata da una azione concreta per tutelare i diritti delle popolazioni native. Vi è stata una generale incapacità di prendere in considerazione i loro diritti nelle decisioni riguardanti autorizzazioni per le estrazioni petrolifere, lo sfruttamento di legname e altre concessioni per l’utilizzo delle risorse.

Nell’intera regione, sono stati segnalati sgomberi di popolazioni native dalle loro terre ancestrali. Minacce, intimidazioni e violenze contro leader nativi e membri delle comunità sono risultati fenomeni comuni.

Le popolazioni native di tutta la regione continuano a promuovere campagne durante l’intero anno per l’affermazione dei loro diritti sociali, civili, economici, culturali e politici. Si sono frequentemente scontrate con intimidazioni, vessazioni, uso eccessivo della forza, accuse pretestuose e detenzioni.

Un capitolo a parte merita l’acqua. L’America Latina è ricca d’acqua ma la distribuzione rimane sbilanciata. Non è ancora radicata una cultura dell’acqua e molto spesso viene sprecata.

Parlare di popolazioni native ci riallaccia con la spesa sociale che si è mantenuta estremamente bassa. Sono mancate politiche a lungo termine per combattere le violazioni dei diritti umani sofferte dalle persone che vivono in condizioni di povertà. I più colpiti hanno continuato a essere coloro che già erano vittime di discriminazioni, come le donne, i bambini e appunto le comunità native.

Partorire in maniera sicura, ad esempio, rimane un privilegio delle donne più benestanti. Le più emarginate sono le afroamericane o le donne native americane dove si registra un tasso più elevato di mortalità a seguito di complicazioni durante la gravidanza o il parto.

(estratto da amnestyinternational.it – Rapporto annuale 2010)

Per approfondire vedi http://www.survival.it/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...