Ira e rabbia. Papà Piero: “Vorrei trovare un modo diverso di comunicare”

Standard

“La bimba minore non da alcun problema, mentre la maggiore ha un carattere terribile. Per questo, se c’è da iniziare una discussione, io e mia moglie ci accordiamo all’inizio e decidiamo se vale la pena combattere la battaglia fino in fondo per fare passare la nostra idea (avendo coscienza che è la cosa buona e giusta da fare) oppure se rinunciare subito ed accontentarla.

A volte però, la bimba non cede e ci costringe ad usare la forza; non gli sculaccioni (che abbiamo visto non producono benefici perchè li snobba) ma le punizioni attraverso la privazione di qualcosa che a lei piace (per esempio qualche trasmissione per ragazzi alla TV). Vediamo però che col tempo aumentano sempre più i motivi di scontro (e non ha ancora 11 anni).

A volte mi pento di non aver fatto capire con l’autorità gli atteggiamenti sbagliati di mia figlia. Eppure ci dev’essere un modo diverso dalle sberle (che nel nostro caso aumentano la rabbia invece di contenerla).

Forse parlarle non è il modo giusto, ci deve essere una modalità non-verbale e non-violenta di far capire gli atteggiamenti sbagliati.

(fonte: it.sociale.adozione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...