Ira e rabbia. Libro: ”Genitori Efficaci”- III parte

Standard

Questa sezione riguarda in primis lo star bene con se stessi.
.
Un problema di valori
“Enunciate chiaramente i vostri valori, ma smettetela di volerli inculcare!”
Un genitore può soltanto provare a influenzare il figlio dando l’esempio, diventando un efficace consulente e sviluppando una relazione terapeutica con i figli. Che altro può fare? La mia opinione personale è che un genitore può solo accettare il fatto che, in definitiva, non ha alcun potere di impedire tali comportamenti, se il figlio è propenso ad assumerli.
.
Prevenire i conflitti modificando se stessi.
“Chi accetta se stesso con molta probabilità accetta anche gli altri. (…) Un genitore dovrebbe porsi una domanda molto profonda quale: Quanto mi piaccio? (…) I genitori che soddisfano i propri bisogni grazie ai propri sforzi produttivi si accettano. Inoltre la loro gratificazione personale non è subordinata al comportamento dei figli.

Questi genitori non dipendono dalla riuscita dei figli (…) Generare dei bravi figli è diventato per molti genitori uno status symbol. In un certo senso molti genitori usano i propri figli per autostimarsi e per sentirsi meritevoli. (…) Un genitore che vede il figlio come entità separata e diversa da sé senza dubbio accetta maggiormente il comportamento del figlio perché non ritiene che egli debba conformarsi a un modello precostituito. (…) Un genitore accettante desidera consentire al figlio di programmare autonomamente la propria vita. (…) Quanto più si mantiene un atteggiamento separato tanto più si sente la necessità di cambiare l’altro, di essere intolleranti nei confronti della sua unicità e di non accettare la diversità del suo comportamento.” (…)
.

Non desiderate che vostro figlio diventi qualcosa di particolare,

desiderate soltanto che diventi.

.
“Gran parte dei genitori che vivono profondi problemi relazionali con i figli è costituita da persone che hanno concezioni molto rigide e radicate di ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. Ne consegue che quanto più i genitori sono certi della giustezza dei propri valori e delle proprie convinzioni tanto più tendono a imporli ai propri figli (e normalmente anche agli altri).

(…) Soprattutto le madri si appoggiano pesantemente sui figli per ottenere soddisfazioni e piaceri che sarebbe più opportuno cercare nella relazione coniugale. Spesso questo porta a metter i figli prima di tutto, a sacrificarsi per i figli o a contare pesantemente sul fatto che i figli riescano bene. (…) I genitori efficaci sanno mantenere con i figli una relazione più misurata, la loro relazione primaria è quella coniugale. I figli occupano un posto non più importante del posto del coniuge.”

Esistono centri che propongono il metodo Gordon a genitori e operatori. Uno di questi è

http://www.amalteapsicologia.it/index.php/genitori-efficaci-corso-gordon

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...