Ira e rabbia. Mamma Blog: “Il peggio e i tulipani”

Standard

Capire che tuo figlio riesce a tirar fuori da te il peggio, ma davvero tutto il peggio che tu possa dare è qualcosa di spiazzante e triste.

Ci provo, ogni giorno, ogni minuto, ogni secondo a cercare nelle pieghe più nascoste di me stessa le cose buone, belle che servono a lui, ma anche a me – per metterle su un vassoio di parole e dargliele – leggere – perché possa servirsene per star meglio e affrontare le cose con serenità.

Ma mentre cerco il bello, trovo il brutto, il meschino, il gretto che mi disgusta e mi fa paura.

E sento fallire il mio progetto di vita.

Non riesce a consolarmi il fatto che intorno a me nessuno sembri farci caso, ormai nemmeno lui che ci dà solo il peggio e riceve da noi solo il peggio, in un circolo vizioso di brutture ed incapacità, di terapie senza alcun risultato se non quello di lasciarci senza soldi.

Sento la fatica, grande, ho l’impressione che mi voglia schiacciare. Sollevo le braccia, la fermo tenendola in alto con entrambe le mani, paonazza per lo sforzo.

Spero nella primavera, che tra poco arriverà.

Spero in una rinascita del cuore, del cervello, dell’energia.

Nuova vita di cui ho un grande, grandissimo bisogno – per ritemprarmi e rinnovare le risorse.

Domani pianterò i tulipani.

(fonte: postadozione.bloog.it)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...