Adozione etica. Il personaggio: “Laura Boldrini”

Standard

 

Nel 2010 Famiglia Cristiana l’aveva nominata italiana dell’anno per il suo impegno a fianco dei più deboli.

Era tempo che ci venisse proposta una donna di valore in un posto di prestigio! Così per lo meno ce l’hanno presentata giornali e addetti ai lavori. Rimaniamo fiduciosi fino a prova contraria.  Una donna che nel suo discorso d’insediamento ha fatto riferimento alle altre donne, alle donne  ogni giorno umiliate ed usate, violentate e non rispettate. Una donna che parla degli ultimi, dei diseredati di quelli che soffrono e muoiono di fame. In Laura Boldrini non ho visto una Onorevole lontana, ma un’alleata. Noi mamme adottive che conosciamo le ferite dell’anima nostra e dei nostri figli potremo avere finalmente una interlocutrice all’altezza, che capisce. 

Alcuni passaggi del suo discorso d’insediamento ben si allineano con questa sezione dove abbiamo parlato di ricchezza e povertà, di rispetto delle origini dei nostri figli e della nostra testimonianza nel mondo: 

“Arrivo a questo incarico dopo aver trascorso tanti anni a difendere e rappresentare i diritti degli ultimi, in Italia come in molte periferie del mondo. Un’esperienza che mi accompagnerà sempre e che da oggi metto al servizio di questa Camera”. (…) “Farò in modo che questa istituzione sia anche un luogo di cittadinanza di chi ha più bisogno.” 

“Il mio pensiero va a chi ha perduto certezze e speranze per dare piena dignità a ogni diritto, per ingaggiare una battaglia vera contro la povertà e non contro i poveri”. Perché “in quest’Aula sono stati scritti i principi fondamentali della nostra Costituzione, la più bella del mondo” e allora “quest’Aula dovrà ascoltare la sofferenza sociale di una generazione che ha smarrito se stessa, prigioniera della precarietà, costretta spesso a portare i propri talenti lontani dall’Italia.” (…) 

“Questo è un Parlamento largamente rinnovato, scrolliamoci di dosso ogni indugio nel dare piena dignità alla nostra istituzione che saprà riprendersi la centralità e la responsabilità del proprio ruolo. Facciamo di questa Camera la casa della buona politica.”

Buon lavoro, Presidente Boldrini!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...