AltroNatale. Mamma Giusy: “Riflessione sul Natale che sta per finire”

Standard

di Giusy Rombi – insegnante e mamma adottiva

.

Jehoshua

Appoggia i tuoi pensieri su di me.

Regalami i tuoi silenzi,

le tue lacrime,

i tuoi fallimenti.

Sono Colui che non delude

e che ascolta i tuoi deliri

senza giudizio.

L’Eternità era il mio tempo,

ma ho lasciato i Cieli

per vederti rinascere da ogni tuo fallimento.

 

Sono l’Atteso,

ma ora attendo te.

Vieni,

il Solstizio dice che le tenebre son vinte.

Vieni

e vedremo ancora il sole sorgere!

.

Mamma Giusy ci spiega il suo componimento: “Il titolo è il nome ebraico di Gesù, che appunto è Colui che è atteso dai cristiani durante l’avvento. Ho immaginato però che lui parlasse direttamente a ciascuno e a ciascuna perchè il Natale fosse veramente un “incontro”…

Anche per chi è credente, non è facile talvolta “abbandonarsi con fiducia”, lasciare che qualcuno si occupi di noi, così come siamo, con le nostre debolezze e preoccupazioni…

Il Natale è la festa della Luce, quella luce che dal 21 dicembre in poi (giorno del solstizio d’inverno), comincia pian piano ad allungare le nostre giornate. Io chiamo questo fenomeno “il paradosso dell’inverno”, perchè la stagione più fredda in realtà è anche quella in cui si prolunga la luce, ogni giorno impercettibilmente il sole comincia a tramontare più tardi.

Ecco, molto semplicemente, cosa ho cercato di esprimere con quelle parole.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...