Storia familiare. Il punto

Standard

La storia e il tempo.

Ci vuole tempo per sentirsi figli e padri.

Ci vuole tempo per sentirsi coppia e famiglia.

Ci vuole tempo per ricordare e perdonare.

Ci vuole tempo per raccontarsi ed ascoltare.

.

Da evidenziare su questo tema:

–          l’importanza della costruzione della storia familiare attraverso oggetti (album, scatole dei ricordi, diari, poesie…) e racconti (vedi intervento del Prof Maiolo)

–          la crisi adolescenziale di fronte alla consapevolezza dell’abbandono, doloroso ma indispensabile tassello per il ricongiungimento tra storia passata, presente e futura dei nostri figli

–          la possibilità di riappacificarsi con se stessi e la propria storia attraverso la scrittura autobiografica

–          il contributo di Valeria Poletti, studiosa di teologia, che ci aiuta a calare nel quotidiano gli insegnamenti dei Nostri Padri

–          le testimonianze di papà Maurizio (il difficile dialogo con gli adolescenti), mamma Paola (il tempo necessario per l’inizio di una nuova famiglia) e Maribel (ritrovare le proprie radici per raccontare chi sei) al Convegno ICYC 2012 – La storia siamo noi.

Da un mese circa è iniziata di nuovo la scuola con le tensioni e il logorio che crea in buona parte delle nostre famiglie. Nei prossimi giorni parleremo di “scelta delle superiori”, difficile compito delle famiglie con i figli in terza media.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...